Food

Perché non mangiamo più i cigni?

Una volta riservati esclusivamente alla regalità, i cigni sono stati un cibo tabù per centinaia di anni, grazie in gran parte alla loro rarità e bellezza. Negli ultimi decenni, tuttavia, il loro numero è salito a migliaia in luoghi come il Michigan e New York, dove gli uccelli vengono chiamati “distruttivi” e “invasivi”.

L’oliva Nocellara del Belice, eccellenza DOP che narra la Sicilia

Hans Suter

La pregiata oliva DOP Nocellara del Belice nasce dalla perla di quel lembo di Sicilia occidentale dove tempi lenti, arte e natura incontaminata uniscono le forze per generare un prodotto di eccellenza, tanto da essere l’unico in Europa a meritare due DOP: “Nocellara del Belice” per l’oliva da tavola e “Valle del Belice” per l’olio.

3 tendenze della ristorazione che modificheranno il futuro dei ristoranti

Mil

La cucina contemporanea è molto più di tendenze transitorie e alcuni ristoranti in tutto il mondo (fortunatamente!) continuano a indagare le culture internazionali per spingere i confini del gusto sempre oltre. La gastronomia globale non si è mai sentita più forte, né le opzioni culinarie sono state più interessanti. Le ragioni sono varie e tra le tante se ne possono individuare tre principali la cui capillarità e rapidità di diffusione non può che far riflettere.

Al Convento di Cetara, tempio della colatura di alici

Jan Tielens

Siamo stati a Cetara, grazioso borgo marinaro della costiera amalfitana, famoso soprattutto per la sua colatura di alici che, a ragione, può essere considerata come un vero e proprio patrimonio della gastronomia, non solo italiana. Principe, o re che dir si voglia di questo particolare procedimento è il vulcanico ed estroverso chef Pasquale Torrente, che alla colatura deve fama e fortuna.

Se ti piace il sushi, gli insetti potrebbero essere il tuo nuovo piatto preferito

fried_grasshoppers_in_bangkok-1
Thomas Schoch

Se la vostra prossima ricetta per cena comprende pesce crudo, alghe, wasabi e riso – gli ingredienti chiave per il sushi – allora potreste accompagnarla con alcuni grilli fritti o coleotteri come contorno. Per la prima volta, uno studio internazionale condotto dalla La Trobe University e dalla University of Pennsylvania, ha scoperto che le persone che consumano frequentemente sushi sono più aperte a introdurre insetti commestibili nella loro dieta.

Tutto il dolce sapore delle feste

Yoori Koo

Crisi o meno, di certo c’è che gli italiani non si fanno mancare nulla nel periodo delle feste, men che meno a tavola: dal salato fino al dolce ci sono proposte pensate ad hoc per tutti i gusti. Non possono mancare quindi, a fine pasto, dessert natalizi dal sapore tutto nostrano proposti dai migliori pasticceri dello stivale.

L’Oro Nero Emiliano

De Nigris 1889

Carpi è un luogo unico, meta ogni anno di migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo alla ricerca di un’esperienza immersiva tra natura e sapori. Ma anche uno scrigno per incontri di alto profilo dove artisti, istituzioni, imprenditori, chef stellati, dialogano sul valore culturale rappresentato dal made in Italy.

La ricetta del successo di Ernst Knam

Pasticceria Knam

La prima traccia della Tris, che poi sarebbe diventata la sua torta simbolo, è datata 1987, quando un giovane Knam lavorava e si formava al ristorante Terrace del Dorchester di Londra, a quei tempi guidato da Anton Mosimann. Nel piatto, tre spicchi di mousse bicolore latte e bianco, immersi in un mare di cioccolato fondente. È questa l’idea di base, semplice quanto geniale, che si evolverà in più di trent’anni di carriera.

Tra ramen e arte contemporanea

Zazà Ramen

Il celebre piatto di origini cinesi ma ben presto adottato dal Giappone rappresenta la quintessenza dello street food e, di certo, ne è il padre. Se è vero che alcuni tra i locali più famosi che propongono il Ramen hanno deciso di essere fedeli alla sua filosofia di consumo, diversa è la formula scelta da Zazà Ramen a Milano.