loader image

Michele Pizzillo

È l’ora di ripensare il sistema fieristico italiano?

Vinitaly

Fu sicuramente una scelta coraggiosa, qualche giorno fa, la confermare dello svolgimento di Vinitaly così come programmato, dal 19 al 22 aprile, anche dopo la decisione del Salone del Mobile di rinviare la manifestazione a giugno. Ma, ancora più coraggiosa è stata la decisione di rinviare la manifestazione.

Come valutare il potenziale di un vigneto?

1_indice_bigot
Courtesy of 4 Grapes

Il Castello di Cigognola, azienda dell’Oltrepò Pavese amministrata da Gabriele Moratti – figlio di Letizia e Gianmarco – e Gian Matteo Baldi, è stata fra le prime a credere all’agronomo friulano Giovanni Bigot quando dice che “un grande vino si fa in vigna” e, lo dimostra con un metodo di valutazione scientifico e innovativo che, prendendo in considerazione i fattori viticoli che hanno influenza diretta sulla qualità del vino – produzione, chioma, rapporto tra foglie e produzione, sanità delle uve, tipo di grappolo, stress idrico, vigore, biodiversità e microrganismi, età del vigneto – arriva alla produzione con un prodotto perfetto.

Siamo stati a Enozioni 2020

irene-kredenets-y4pj5f_oskw-unsplash-1
Irene Kredenets

Tra un gambero marinato e scrigni di foie gras, fagiano di mare e tatin di mela e altri piatti preparati da Augusto Tombolato, chef di PanEvo, il ristorante del The Westin Palace Hotel, per la cena di gala della terza edizione di Enozioni a Milano, organizzata da Ais Lombardia, si è arrivati a conoscere i nomi dei tre premiati di questo importante evento che confermato come il capoluogo lombardo per essere un punto di riferimento importante per il mondo del vino.

Lo spreco alimentare inizia da casa

Sylvie Tittel

Il progetto è, senza dubbio, molto ambizioso anche per il numero di persone da coinvolgere, 2 milioni in Europa. Però, il problema richiede interventi come quelli sviscerati nel corso della presentazione del progetto educativo “Momenti da non sprecare” che Whirlpool EMEA, all’insegna dello slogan “Non sprechiAMO il cibo: per un’alimentazione più sostenibile”, ha voluto affrontare mettendo attorno ad un tavolo alcune delle personalità più interessanti della cucina.

8 eventi food del 2020 da segnare in agenda

Fabio Sola Penna

Si parte, per gli eventi del 2020, da due città diverse per importanza politica, per grandezza, per collocazione geografica ma, comunque, molto interessati per il settore agroalimentare europeo e, probabilmente, mondiale: Parigi e Parma. Come dimostrano i due appuntamenti che cominciano da gennaio. Poi c’è Milano, Pescara, Verona, Riva del Garda.

Lo chef che esporta la Puglia

mimmo_persano_chef-1

Ti aspetti uno chef che si è formato in Puglia, visto che “Pescheria con Cottura” è un progetto nato a Lecce e poi approdato anche a Milano. Mimmo Persano, invece, ha girato il mondo e da “spugna pregiata”, ha assorbito il meglio della cucina di ogni paese dove ha soggiornato o che abbia solo visitato, prima di prendersi cura del suo ristorante milanese di via Tito Speri.

Dove comprare il miglior Panettone?

C’è da perdersi nella grande offerta di panettoni sia per la zona di provenienza, sia per gusto visto che accanto al classico c’è, ormai, di tutto. Abbiamo provato ad orientarci in questo mare di panettoni e, segnaliamo quelli che ci sono piaciuti di più.

Oltre 70 ettari di Barolo, qualità e grande capacità produttiva

batasiolo-1

In alcune delle aree viticole italiane più pregiate, che sono anche fra le più conosciute in tutto il mondo, vigneti estesi per decine di ettari di proprietà di una singola persona o singola azienda, c’è n’è veramente pochi. Così, quando scopri che attorno a Barolo, c’è chi è proprietario, ed anche coltivatore, di oltre 70 ettari di vigna riservati a Nebbiolo da Barolo, beh, quasi non ci credi.

Viti e vini possono diventare il motore del turismo in Italia

Manuel Venturini

Il sommelier è una figura sempre più vicina a quella del mediatore culturale, si fa portatore delle tradizioni italiane e può veicolarle in contesti turistici e culturali, una vera e propria opportunità per i produttori sul territorio. Di questo e molto altro si parlerà durante il congresso nazionale dell’AIS, Associazione Italiana Sommelier, in occasione del 53° anniversario della fondazione.