loader image

Michele Pizzillo

A Roma, architetti come chef e bartender

Leo Nordén

È Roma la città scelta per concludere i party itineranti che vedono gli architetti impegnati nelle vesti di chef o di bartender, di dj o di cameriere, generalmente con party organizzati nei propri studi professionali. Un’idea di Towant, agenzia impegnata nell’organizzazione di iniziative non convenzionali di architettura in Italia e all’estero, che così permette di fare aprire al pubblico non professionale, gli studi dove gli architetti elaborano le proprie idee, eseguendo i progetti commissionatogli.

I vini di Leonardo da Vinci

4_leuvedeimedici_bartolomeobimbi_37uve_-1
Bartolomeo Bimbi

“Se seguirete i miei insegnamenti berrete un vino eccellente”. Così, nel 1515, scriveva Leonardo da Vinci al suo fattore, a Fiesole, come premessa ad una elencazione di tecniche di vinificazione che doveva eseguire. Ed ecco che, dopo 500 anni, emerge anche il Leonardo che con un termine moderno potremmo definire winemaker, impegnato a studiare le pratiche necessarie per arrivare a produrre il vino ideale.