loader image

50 sfumature di Pinot Noir

Dan-Cristian Pădureț
Condividi questo articolo

Pochi vitigni, come il Pinot Noir (probabilmente nessun’altro) sono in grado di esprimersi ad altissimo livello in molte versioni diverse, senza mai perdere una sola goccia della loro nobiltà. Dalle vette mondiali della Champagne e della Borgogna fino alle interpretazioni più variegate, a tutte le latitudini e in tutti gli emisferi, dal rosso classico, più o meno invecchiato, in legno o in acciaio (e non solo), alle vinificazioni in bianco e in rosé, fermo o in bollicina, il Pinot Noir regala un vero e proprio caleidoscopio di sensazioni visive, olfattive e gustative. E anche emotive e culturali.

Il Pinot Noir sarà celebrato in una delle sue capitali italiane, Voghera, la più importante città dell’Oltrepò Pavese, terra di elezione di questo vitigno nel nostro paese, con la seconda edizione della manifestazione “50 Sfumature di Pinot Noir”, organizzata dal Movimento Turismo del Vino Lombardia, che si svilupperà nell’arco delle tre giornate di venerdì 8 (h.18-20), sabato 9 (h.16-20) e domenica 10 ottobre (h.11-19).

Saranno cinquanta (ma anche di più) i locali e i negozi della città che, apriranno le loro porte e offriranno le loro vetrine (a proposito: la più bella vetrina a tema sarà premiata!) per ospitare e proporre al pubblico i vini di altrettante cantine.

Sarà quindi possibile assaggiare i vini presentati, passeggiando per le vie della città, in una cornice di calore e condivisione, gustando anche prodotti locali e piatti della tradizione.

Nel corso della manifestazione sarà presentato – domenica alle ore 17 – il libro “Never quiet” di Oscar Farinetti (con la presenza dell’autore).


Condividi questo articolo