In Italia e nel mondo, lo Champagne è sempre di moda

Con quasi sette milioni e quattrocentomila bottiglie, l’Italia si conferma al quinto posto tra i paesi importatori. C’è una certezza nel mondo del vino, in Italia e nel mondo: lo Champagne non passa mai di moda.

Ulteriori informazioni
Lo Champagne tra arte e pubblicità

Ripercorriamo la storia dell’immaginario legato allo Champagne attraverso le immagini che lo hanno raccontato nel tempo, tra opere d’arte e poster pubblicitari.

Ulteriori informazioni
3 Vitigni autoctoni protagonisti del Rinascimento enologico della Campania

Campania felix, la chiamavano i Romani. Per la fertilità del clima, per la bellezza del paesaggio, per la mitezza del clima. E, ovviamente, anche per la piacevolezza della vita che un posto così favorito dagli dei permetteva di condurre. Non solo Tiberio, dunque, che di Capri fece il suo personale santuario, ma tantissimi patrizi romani elessero questa parte d’Italia a simbolo della loro dolce vita.

Ulteriori informazioni
I 10 migliori speakeasy a New York

Dagli interni che evocano l'era del Proibizionismo agli ingressi da cabine telefoniche nascoste, non perdetevi gli speakeasy più entusiasmanti della grande mela.

Ulteriori informazioni
Gualdo del Re, sotto il segno del vino

La Toscana, da sempre, è terra di storia, bellezze naturali e paesaggistiche, cultura, architettura e di vini, celebri in tutto il mondo. Qui, per la precisione a Suvereto, un piccolo comune medievale chiuso ad anfiteatro dai colli che dominano la parte centrale della Toscana, di fronte all’Isola d’Elba e a pochi chilometri dal mare ha casa, vitigno, cantina, ristorante e resort, arredato con garbo e semplicità, Gualdo del Re.

Ulteriori informazioni
5 profili food da seguire su Instagram

Buongiorno, è ora di dare da mangiare al tuo Instagram. Se il nostro account @megustamagazine non ti riempie più, allora non puoi evitare la nostra guida agli account dei buongustai più “innovativi” della socialsfera. Questi profili Instagram sono una ricetta completa. Dalla gastronomia spazzatura e slow-food a frutti brutti e verdure sexy… senza dimenticare le celebrities. Bon appetit!

Ulteriori informazioni
L’oliva Nocellara del Belice, eccellenza DOP che narra la Sicilia

La pregiata oliva DOP Nocellara del Belice nasce dalla perla di quel lembo di Sicilia occidentale dove tempi lenti, arte e natura incontaminata uniscono le forze per generare un prodotto di eccellenza, tanto da essere l'unico in Europa a meritare due DOP: “Nocellara del Belice” per l'oliva da tavola e “Valle del Belice” per l'olio.

Ulteriori informazioni
I primi 50 anni di Mr Chow

Quando nel febbraio 1968 Michael Chow accantonò il suo sogno di diventare un artista per aprire un ristorante – si era precedentemente formato in pittura alla Central St. Martins prima di lottare per dieci anni per costruirsi una carriera – non intendeva sacrificare neanche un po’ della sua passione artistica. Fin dall’inizio, il suo ristorante omonimo mirava ad abbagliare i commensali occidentali con la cucina cinese più raffinata, presentata in grande stile. Non si trattava semplicemente di “uscire a mangiare”. Era teatro.

Ulteriori informazioni
10 Formule per Polibibite Futuriste

I futuristi influenzarono non solo la pittura e la scultura, ma anche il design, l'abbigliamento, la musica e anche la gastronomia, tra cui i cocktail d'avanguardia che i futuristi chiamavano: Polibibite. Vi presentiamo 10 ricette tratte da “La Cucina Futurista” di Filippo Tommaso Marinetti per creare i vostri cocktail d’avanguardia.

Ulteriori informazioni
Torna il Testarossa La Versa: Prestigiose Bollicine, Trionfo di Pinot Nero

Ricominciare dal Top. Ossia da un prodotto che è simbolo non solo di una delle più importanti Cantine cooperativistiche italiane, ma di una intera regione vitivinicola, l’Oltrepò Pavese. Il nuovo Testarossa, cuvée top di gamma di Santa Maria La Versa Metodo Classico, ha tutte le carte in regola per rinverdire i fasti di un passato che sembrava tramontato per sempre.

Ulteriori informazioni
L’ostrica del Gargano punta a strappare alla Francia il primato nell'ostricoltura

La nuova eccellenza dell'ostricoltura Made in Italy è pronta per essere servita sulle tavole del mondo. Si tratta dell’ostrica di San Michele, prodotta nella riserva naturale del Parco Nazionale del Gargano (esattamente nella laguna di Varano), il cui nome omaggia l’Arcangelo protettore dello sperone italico.

Ulteriori informazioni
Uvalino, l'antico e raro vitigno salvato dall’estinzione

Mariuccia Borio di Cascina Castlèt, azienda agricola di Costigliole d’Asti, ha fatto della salvaguardia degli antichi vigneti autoctoni di uvalino la sua personale missione. Per salvare quei rari e salutari grappoli dalla forte impronta territoriale e dalle virtù farmacologiche uniche, il cui vino anticamente si riservava a malati, donne incinte o si regalava alle persone importanti per far bella figura, la signora Borio da quasi 30 anni finanzia la ricerca universitaria affinché l’antica coltivazione di Uvalino possa prosperare.

Ulteriori informazioni
3 tendenze della ristorazione che modificheranno il futuro dei ristoranti

La cucina contemporanea è molto più di tendenze transitorie e alcuni ristoranti in tutto il mondo (fortunatamente!) continuano a indagare le culture internazionali per spingere i confini del gusto sempre oltre. La gastronomia globale non si è mai sentita più forte, né le opzioni culinarie sono state più interessanti. Le ragioni sono varie e tra le tante se ne possono individuare tre principali la cui capillarità e rapidità di diffusione non può che far riflettere.

Ulteriori informazioni
Donald Glover ha pubblicato due cortometraggi intitolati "Polenta" e "Avocado"

Meno di una settimana dopo aver portato un set in fiamme al Coachella e aver sorpreso i suoi fan con un mini-thriller chiamato “Guava Island”, Donald Glover ha pubblicato cinque strani cortometraggi sul suo Instagram feed giovedì, tra cui due clip a tema alimentare.

Ulteriori informazioni
Al Convento di Cetara, tempio della colatura di alici

Siamo stati a Cetara, grazioso borgo marinaro della costiera amalfitana, famoso soprattutto per la sua colatura di alici che, a ragione, può essere considerata come un vero e proprio patrimonio della gastronomia, non solo italiana. Principe, o re che dir si voglia di questo particolare procedimento è il vulcanico ed estroverso chef Pasquale Torrente, che alla colatura deve fama e fortuna.

Ulteriori informazioni
Abbiamo incontrato Alice Ronchi, l’artista invitata dal Padiglione Piemonte al Vinitaly

Per il sesto anno consecutivo la Regione Piemonte ha rinnovato l’invito ad artisti contemporanei di fama internazionale per creare l’immagine del padiglione per il Vinitaly. Abbiamo incontrato l’artista invitata per quest’ultima edizione che si è concentrata sull’acino d’uva come principale elemento narrativo.

Ulteriori informazioni
Ripensare la cucina a partire dalla creatività

Artista olandese e chef creativo, Jasper Udink ten Cate combina la sua passione per la gastronomia con il mondo del design e dell'arte, e in effetti qualsiasi altra disciplina creativa che crea una profonda esperienza per i suoi clienti. Dal 2015 è alla guida di Creative Chef, studio creativo che si concentra su esperienze significative, arte e oggetti di design legati al cibo e all’ospitalità.

Ulteriori informazioni
Progetto F, il Merlot da collezione

F: è la sesta lettera dell’alfabeto ma è anche, soprattutto in questo caso, il nome di un’idea divenuta realtà. Ed ecco il nome completo, Progetto F. Si scriveva di un’idea; un progetto pensato (siamo agli inizi del 2015), voluto e realizzato da Nico Rossi, vulcanico ed estroverso proprietario insieme alla moglie Maria Teresa di Gualdo del Re.

Ulteriori informazioni
Italian wines? Esportazioni record

Il vino italiano si presenta a Vinitaly 2019 con il vento in poppa: sia in Italia sia, in misura ancora più marcata) all’estero. I dati sulle esportazioni e e sulle vendite nella GDO parlano chiaro: per le bottiglie tricolori è un momento d’oro. E un’opportunità da non perdere, per consolidare ulteriormente questi dati positivi.

Ulteriori informazioni
Cosa Vedere alla Milano Design Week 2019

La Milano Design Week è iniziata. Tra innumerevoli eventi, aperitivi e presentazioni a Milano in questi giorni può essere difficile scegliere i posti giusti dove andare. Migliaia di espositori provenienti da tutto il mondo sono arrivati a Milano, conquistando la città con una sovrabbondanza di avanguardia e ponendo gli amanti del design di fronte all'impossibile compito di dover vedere tutto. Questa è anche l'occasione per poter riflettere sul cibo e sul bere per scoprire esperienze sempre nuove. Abbiamo raccolto le tappe da non perdere in vista dell'evento più entusiasmante dell'anno.

Ulteriori informazioni